1-chiesa.jpg2-parco.jpg3-campo.jpg

Salire in acque profonde.

Credo di aver letto per la prima volta della preghiera di contemplazione circa due anni fà, su internet. Un articolo che riportava delle parole di papa Francesco : Immaginarsi una scena del Vangelo, immaginarsi di essere presente come spettatore, o addirittura di parlare a Gesù, di essere suo interlocutore. In verità, credo di aver già fatto qualcosa di simile in passato, ma in maniera più o meno incosciente, o comunque superficiale. Ma quelle parole del papa mi sono rimaste impresse, e da allora mi capita di rifare questo curioso esercizio, spirituale.

Nell’incontro tra Gesù e la donna samaritana al pozzo di Sicar, mi verrebbe da provarci come spettatore o al massimo come uno dei discepoli, che però sono di ritorno ormai alla fine del dialogo. Tuttavia, benchè l’interlocutrice di Gesù sia donna e questo non sia un fatto contingente, potremmo immaginarci una scena con un uomo. Potrei immaginare di trovarmi al posto della samaritana. Insomma, ciascuno di noi, uomo o donna, potrebbe immaginarsi …

Siamo lì. La prima parte del dialogo ci fa forse un poco sorridere, per il diverso livello a cui si situano i due interlocutori. Ma la cosa ridiviene d’un tratto seria e profonda quando Gesù entra nel merito della nostra vita personale. Scendendo da Gerusalemme, dalla Giudea verso la Galilea, il messaggio di Gesù non conosce i confini della Legge. Non conosce le frontiere che abbiamo eretto tra i diversi scompartimenti della nostra vita. Ha la potenza di dolcemente entrare e portare con sè i nostri cuori assetati di amore, in acque profonde, ad attingere Amore. Conoscendo intimamente ciò di cui abbiamo profondamente bisogno, può degnamente abitare tutta la nostra vita, affettività e sessualità comprese, con la promessa di trasformarle ! E’ così che scendere, lasciarsi fare da Lui, diventa salire, fino a conoscere il dono di Dio in noi, lo Spirito. Frutto dell'incontro, in acque profonde.


Stefano
Martedì 21 marzo 2017

Creato da Nicola Latella & Nico Catalano